Register Form

Please fill up the form below:

4 RAAB CLASSIC

Vedi Dettagli

Inizio:

26-07-2019

Fine:

27-07-2019


11 TROFEO ANTONIO RENATI

Vedi Dettagli

Inizio:

28-07-2019

Fine:

28-07-2019


10 HISTORIC NORDEST

Vedi Dettagli

Inizio:

07-09-2019

Fine:

08-09-2019


10 HISTORIC NORDEST

Vedi Dettagli

Inizio:

07-09-2019

Fine:

08-09-2019


Pubblica Gratis una GARA

index

CALENDARIO REGOLARITA'

Calendario2017

RADUNI e ALTRE MANIFESTAZIONI

altreManifestazioni

PAGINA FACEBOOK

face sito

6 RADUNO "ABARTH CLUB" CUNEO

Vedi Dettagli

Inizio: 21-07-2019

Fine: 21-07-2019


ALPI Extreme 2019

Vedi Dettagli

Inizio: 13-09-2019

Fine: 15-09-2019


20 Raduno Auto D Epoca Cittŕ di Lendinara (RO)

Vedi Dettagli

Inizio: 15-09-2019

Fine: 15-09-2019



VEDI TUTTI

BUONA LA PRIMA – E CHE MODERNE!!!

Sale l’attesa per la prima edizione della Valposina- Valdastico, gara di regolaritĂ  turistica che si svolgerĂ  Sabato 13 luglio nelle prealpi vicentine.

Colpito nel segno… ACI Sport si offende?…

Dopo un inizio 2019 poco avvincente in cui un dato di fatto è certo, la regolaritĂ  Turistica di ACI SPORT stĂ  morendo… La migrazione verso ASI, che propone manifestazioni di base ad un prezzo accattivante, ottenendo sempre piĂą manifestazioni con numeri importanti mentre la regolaritĂ  proposta da Aci Sport sembra assopirsi e restare viva solo in alcune storiche gare… Partiamo da un dato di fatto, la licenza unita alla tessera ACI ha spezzato nettamente l’interesse per quei piloti che volevano partecipare solamente a poche gare tipiche del proprio territorio… vedi la Coppa Monte Venda per i Padovani… ACI SPORT non ha compreso lo sconforto e a questa pessima idea si è aggiunta la necessitĂ  di castrare anche gli slalom che prevedevano gare di regolaritĂ  in coda… Si!!! anche il navigatore deve avere la licenza perchè fare la Valstagna in turistica è normale mentre fare la salita Este – Calaone di 3 km è pericolosissimo… Ciliegiona sulla torta i regolamenti… una volta le gare di turistica erano mediamente complicate, una buona dose di trasferimenti era sferzata da una decina di prove lunghe , tendenzialmente apri e chiudi, fattibili con strumentazione rudimentale… Gli organizzatori non avevano troppe limitazioni nella logistica e nel tipo di costruzione della gara, il che permetteva cronometraggi meno costosi e gestione della logistica piĂą contenuta … Cosa abbiamo attualmente? Gare che NON attirano i NEOFITI e che richiedono impegno per non dover rammaricarsi di aver buttato i soldi… ” Si ribadisce ai tesserati che la partecipazione a gare non autorizzate da ACI, e in particolare a manifestazioni svolte in impianti (circuiti, minimpianti e kartodromi) non omologati da ACI, comporta l’irrogazione delle sanzioni previste dal Regolamento Sportivo Nazionale. “ La citazione sul sito ACI Sport è la conferma che la situazione è alla frutta e le varie iniziative stanno infastidendo qualcuno. Il calo delle manifestazioni in Veneto è l’esempio della mala gestione della regolaritĂ , soprattutto la Turistica, bacino primario per i piloti della domenica e che ora preferiscono raduni o “baraccate simili”. C’è una cosa però da dire, una cosa che deve essere chiara, se tutti i balzelli sono stati fatti per la sicurezza perchè si concede ancora di correre con le strade chiuse al traffico? perchè non ci sono le verifiche tecniche alle regolaritĂ  Turistiche? Non mi sembra poi serio che abbinando due tipologie di gara (classica e turstica) si possano aggirare le regole e invece chi fa le cose per bene deve “Adeguarsi”… Poi non capiamo perchè ci si azzardi a scrivere delle minacce nei comunicati quando ogni giorno ci sono infrazioni sul 90% degli RPG firmati dai fiduciari regionali… Dove ci sono ancora organizzatori che obbligano il pacchetto ospitalitĂ  (vietato per regolamento). Rimando personalmente al mittente le minacce invitandolo a guardarsi qualche filmanto dove alcune gare di regolaritĂ  Turistica vengo palesemente interpretate male, ma passano lo stesso e tutto tace. Non da meno chi nasconde la regolaritĂ  sotto il nome di raduno con prove di abilitĂ … dove l’abilitĂ  è una banale maschera per fare traversoni e correre senza rotture di scatole… Invito a pensare, perchè se cè malcontento vuol dire che qualcosa non funziona e come successe in Francia, a forza di bastonare il popolo si è finiti sotto la ghigliottina… Di seguito il link del sito ACI Sport : http://www.acisport.it/it/acisport/news/comunicati/47322/partecipazione-a-gare-non-autorizzate-da-aci—sanzioni

4° TROFEO NORD OVEST – CLASSIFICHE FINALI 2018

CLASSIFICA PILOTI CLASSIFICA NAVIGATORI CLASSIFICA SPECIALE

15° Memorial Mariano dal Grande… Giacoppo – Grillone su tutti…

Si conclude la gara dell’alto vicentino, Giacoppo – Grillone vincono su tutti e nella categoria storiche con solo 77 penalitĂ , mentre Viganò – Liverani si impongono nelle moderne con 97 punti… La formula organizzativa targata “Rally Club Team” può considerarsi la congrua interpretazione dei tanto discussi regolamenti che nel 2019 pare non concedano alcun sconto alle contestazioni… Ebbene si , i quasi 120 equipaggi al via sono sembrati un toccasana per la povera regolaritĂ  turistica. Di sicuro il bacino di utenza Vicentino non può essere da meno di altre zone e il risultato come sempre è garantito. La formula del Rally Club Team di De Tomasi e C. sembre aver preso un senso unico, ovvero quello di proporre una ronda ricca di prove, intervallata da qualche panoramico trasferimento ma molto ritmata e senza difficoltĂ  marcate nel road-book. L’idea che ha pagato bene nelle gare precedenti, non ha fatto tradire le attese nemmeno al “Mariano” e la presnza di molti veri “Regolaristi” sia nella categoria storiche che moderne ne è il sigillo d’eccellenza. Ritrovo come sempre al mattino nel centro di Chiampo dove la piazza si riempie di gente ormai abituata all’evento. Bar del paese e stand Gastronomico cominciano a prendere vita con la piazza che via via vede gli oltre 100 equipaggi sfilare nella rampa di partenza. A condire il tutto il buon “Gek” De Tomasi che come di consueto si cimenta nel salutare ogni partente che sfoggia la propria auto sul palco, qualche scivolone sui cognomi finisce con un sorriso, lo sa il povero Sachespi, poi via via la lunga coda di auto sparisce e così parte per la quindicesima volta la gara vera e propria. ….e passiamo alla gara… sono 18 le prove cronometrate, le quali si snodano in un percorso da ripetere 3 volte. Salitina, curva, falsopiano…tuttno nella formula Apri e Chiudi,  qualche piccola insidia sempre in agguato, una scelta ponderata per i regolaristi di turistica che sembrano apprezzare… I tempi hanno poi confermato che la difficoltĂ  è stata ben ponderata e troppe insidie avrebbero probabilmente isolato i primi nelle classifiche generali… c’è anche molto spettacolo, con piĂą di qualche concorrente venuto a “consumare” gomme a go-go… Chi il migliore? dai punti il migliore “indiscusso” è stato l’equipaggio del Team Bassano formato da Giacoppo – Grillone, questa volta su A112 Abarth, con 77 penalitĂ  hanno staccato tutti meritando il podio nella categoria storiche.  Due euipaggi del PRogetto Mite a completare il podio, nell’ordine Seneci – Garavello su Opel Kadet GTE e Fabbri – Pozza immancabilmente su Volvo 144s. Una gara mozzafiato, combattuta fino alla fine che ha visto fuori dal podio per pochi punti il duo Converso – Polato su A112 Abarth (Padova Autostoriche). A seguire diversi equipaggi che hanno condotto entro le 200 penalitĂ  i primi sedici equipaggi. E le Moderne? anche la gara riservata alle piĂą giovani carrette è stata spettacolare… Alla mattina i vincitori Viganò – Liverani, dimostrano a tutti un passo superiore… la lotta quindi si sposta dal secondo in giĂą dove si impone a fine giornata il duo AngiMotorsport  su Subaru Impreza GT formato da Garon – Sachespi, partiti in sordina, a seguito di problemi tecnici, i Padovani hanno risalito la china lasciandosi pian piano alle spalle l’equipaggio Scoscini – Cipriani su BMW 320D del team Mecanocar. Una nota per l’equipaggio Tosco- Ticinese che raggiunge il secondo posto nel trofeo 3 Regioni e che meriterebbero un premio speciale per aver onorato tutte le gare venete di regolaritĂ  turistica e non… Alla faccia… Read more »

86 gli iscritti alla 6^ Coppa CittĂ  di Solesino – di Andrea Zanovello

86 gli iscritti alla 6^ Coppa CittĂ  di Solesino   Sono 63 con le vetture storiche e 23 con le moderne gli equipaggi che domenica 28 ottobre si sfideranno nella regolaritĂ  organizzata dalla Scuderia Ruote Storiche Solesino   Solesino (PD), 27 ottobre 2018  – Sono stati sveltati gli elenchi iscritti alla sesta edizione della Coppa CittĂ  di Solesino, gara di regolaritĂ  per auto storiche e moderne che si svolgerĂ  nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 ottobre con partenza ed arrivo a Granze (PD). Il numero degli iscritti cresce di qualche unitĂ  rispetto al 2017 e gli elenchi propongono dei partecipanti di tutto rispetto, rendendo alquanto difficile azzardare un pronostico per entrambe le gare; con le auto storiche ci sono i vincitori delle ultime tre edizioni e in totale una decina di driver delle categorie A e B. Si propone quindi un sfida tra i vincitori 2017 Andrea Giacoppo e Daniela Grillone Tecioiu al via sua Autobianchi A112 Abarth, quello dell’edizione 2016 Giacomo Turri che sarĂ  navigato da Elisa Moscato sulla Fiat 128, oltre a Luigi Ferratello che vinse nel 2015 e domenica sarĂ  navigato da Lorenzo Franzoso sulla Fiat 128 Sport. Se la dovranno però vedere con altri pretendenti al successo, quali Leonardo e Leo Fabbri su Volvo 144S, Dario Converso e Federica Ameglio su A112 Abarth, Angelo Seneci con Elisabetta Russo su Innocenti Mini Cooper; tra i driver “A” anche Alberto Camossi e Valeria Facchinetti su Porsche 911, Massimiliano Buccini e Monica Guerrini su Volkswagen Golf Gti e Wilmer Boscolo con Rita Molon anch’essi su A112. Da tenere d’occhio anche Del Pin e Margiotta su Alfa Romeo GT Junior e De Marin – Ruzzier su Lancia Fulvia. Particolare sarĂ  l’equipaggio numero 78 che vedrĂ  assieme la ex navigatrice triestina Michela Cressi navigata da Sonia Cipriani: al duo rosa verrĂ  affidata una Innocenti Mini 650 messa a disposizione proprio dalla Scuderia organizzatrice che ha selezionato secondo diversi criteri, questo particolare equipaggio. Oltre al duo Cressi – Cipriani, in gara altri due equipaggi rosa: Monica Cadan e Michela Menesello su Fiat Uno e Michela e Marica Corazzari su Fiat Cinquecento. Anche tra gli iscritti con le vetture moderne ci sarà  l’equipaggio vincitore 2017, quello formato da Corrado Minussi e Paolo Perego con la BMW 330 cabrio, ma sulla strada per tentare il bis troverĂ  diversi pretendenti quali Diego Verza e Boris Santin su Volkswagen Polo, Paolo Galdiolo ed Ermes Cattelan su Fiat Grande Punto Abarth, Enrico Susto e Marco Serafini su Renault Clio 1.8S, Fabio Barison e Adriano Paggiarin con la Peugeot 205 Gti. Il programma della manifestazione organizzata dalla Scuderia Ruote Storiche Solesino, prevede le verifiche presso il Bar da Sissai a Granze, dalle 15 alle 19, operazione che sarĂ  possibile solo su prenotazione anche dalle 7 alle 8 di domenica 28. Dopo il briefing col Direttore di Gara, la prima vettura prenderĂ  il via alle 9.01 per affrontare il percorso che si snoderĂ  per 187 chilometri  tra le province di Padova, Rovigo e Venezia, lungo il quale saranno ben trentacinque le prove cronometrate da affrontare. Arrivo a Villa Ca’ Conti di Granze a partire dalle 14.30 col tradizionale buffet ad accogliere i concorrenti in attesa dell’ufficializzazione delle classifiche e della cerimonia delle premiazioni. Andrea Zanovello ELECO ISCRITTI CLASSIFICHE MODERNE – STORICHE

135 ISCRITTI AL VALLI BIELLESI!!! TURISTICA A RISCHIO O NO?

VALLI BIELLESI – REGOLE DIVERSE – PARTECIPAZIONE DIVERSA E’ con gioia per gli appassionati ecco che alla gara organizzata da Veglio 4×4 e BMT Eventi si presentano oltre 100 equipaggi. Il dato degno di nota è quello che riguarda la regolaritĂ  turistica che vede al via ben 82 equipaggi. A questo punto viene logico pensare se, oltre alla perfetta organizzazione e gestione degli organizzatori, un elemento trainante sia stato il regolamento applicato, regolamento che incentiva maggiormente la partecipazione di piloti. Ricordiamo che le “Spettacolari” norme introdotte nel 2018 per la regolaritĂ  turistica, non sono applicabili nelle gare abbinate agli eventi di campionato italiano. Questa considerazione, che ribadisco, non vuole assolutamente togliere il merito agli organizzatori, mi viene spontanea dopo alcune analisi sulla partecipazione calata mediamente di oltre 20 punti percentuali nelle gare di regolaritĂ  turistiche nazionali e principalmente in veneto dove queste gare contavano e contano un nutrito numero di edizioni. A fronte di alcune inevitabili delusioni, non sono convinto che alcuni organizzatori si adopereranno per proporre la loro edizione nel 2019, ovviamente si tratta di una mia considerazione personale che spero non si avveri  ma il sentore è che Aci Sport non faccia significativi passi indietro. Vi riportiamo di seguito i grafici con i dati delle iscrizioni alle gare di regolaritĂ  turistica nelle gare venete svolte nel 2018 e relativo confronto con il 2017. Grafico Generale: Sezione relativa alle auto storiche:   Sezione relativa alle auto moderne: Dai grafici è evidente la caduta libera delle iscrizioni soprattutto nella classe “moderne“, proprio la classe che ha sempre introdotto nuovi e giovani appassionati nella regolaritĂ .    

Belle auto d’epoca al Giro dei Castelli di San Marino di Renzo Raimondi

Fervono gli ultimi preparativi per il 13° Giro dei Castelli di San Marino evento internazionale a calendario Fiva (Federazione Internazionale Veicoli Storici), riservato ad auto e moto storiche. La kermesse motoristica organizzata dall’Automobile Club San Marino che gode del patrocinio della Segreteria di Stato allo Sport e della Giunta di Castello di Borgo Maggiore si svolgerĂ  sabato 1 settembre 2018. Quest’anno sarĂ  Piazza Grande ad ospitare la partenza delle auto d’epoca. …gli addetti ai lavori saranno presenti dalla mattinata per accogliere i partecipanti i quali potranno approfittare della pausa pranzo per mangiare in piazza oppure prendere la funivia che in pochi minuti li porterĂ  nel cuore del Centro Storico sammarinese. Nel pomeriggio CONTINUA A LEGGERE

SLALOM REGOLARITA’ TURISTICA…GRAZIE ACI-SPORT

Mi ero promesso di estraniarmi un po dalle polemiche, di lasciar “correre” tante chiacchiere e di pensare al futuro di Garestoriche.Com. Con tale premessa ho osservato questo mezzo 2018, iniziato con il fallimento del campionato organizzato e poi misteriosamente troncato da RIVS unito alle polemiche dei nuovi regolamenti. A metĂ  di questo ciclo vedo però funestata la mia pazienza e quindi cari amici e lettori vi invito a riflette… Alcuni lumi e spunti gli ho tratti dai miei occhi altri dalle numerose mail e post che completano il pre e post gara su Garestoriche.Com. Dai post nasce giĂ  la notizia che 3 eventi di regolaritĂ  turistica in veneto abbiano aggirato le nuove regole con deroghe, deroghe giuste o sbagliate che siano si tratta comunque di uno schiaffo a chi le deroghe non le ha avute o anche solo non volute per adeguarsi scrupolosamente ai cambiamenti Passiamo ora alla regolaritĂ  turistica slalom di cui si prende atto dal sito web Aci Sport che ora il navigatore, chiunque esso si, deve avere la licenza di regolaritĂ  navigatore. Dal regolamente sembra evidente che SOLO IL NAVIGATORE MINORENNE OVER 14 deve essere in possesso della licenza di regolaritĂ  navigatore. tra l’altro: quanto costa la licenza ? 50,00 euro + tessera aci ? Quindi qasi come una gara visto che SOLITAMENTE IL NAVIGATORE NELLA REGOLARITA’ TURISTICA NON HA LICENZA Allo slalom di Guardistallo i regolaristi hanno corso tranquillamente con i navigatori SENZA LICENZA vedi regolamento… A questo punto cosa accadrĂ ? la lasciamo passare liscia anche questa volta?   Mi piacerebbe sentire le vostre idee e se vi sentiti tutelati da chi paghiamo cone le nostre licenze/tessere e quote di iscrizione… Cordialmente Claudio Sachespi Garestoriche.com

PAGINA FACEBOOK

face sito