Register Form

Please fill up the form below:

Estate 2018 – segui il trofeo 3 Regioni e il Trofeo Serenissima… seguili su Garestoriche.Com

Il portale interamente dedicato alla Regolarità…

PAGINA FACEBOOK

face sito

CALENDARIO GARE

Calendario2017

Pubblica Gratis una GARA

index
  • Tutto
  • IN PRIMO PIANO
  • LE GARE

SLALOM REGOLARITA’ TURISTICA…GRAZIE ACI-SPORT

Mi ero promesso di estraniarmi un po dalle polemiche, di lasciar “correre” tante chiacchiere e di pensare al futuro di Garestoriche.Com. Con tale premessa ho osservato questo mezzo 2018, iniziato con il fallimento del campionato organizzato e poi misteriosamente troncato da RIVS unito alle polemiche dei nuovi regolamenti. A metà di questo ciclo vedo però funestata la mia pazienza e quindi cari amici e lettori vi invito a riflette… Alcuni lumi e spunti gli ho tratti dai miei occhi altri dalle numerose mail e post che completano il pre e post gara su Garestoriche.Com. Dai post nasce già la notizia che 3 eventi di regolarità turistica in veneto abbiano aggirato le nuove regole con deroghe, deroghe giuste o sbagliate che siano si tratta comunque di uno schiaffo a chi le deroghe non le ha avute o anche solo non volute per adeguarsi scrupolosamente ai cambiamenti Passiamo ora alla regolarità turistica slalom di cui si prende atto dal sito web Aci Sport che ora il navigatore, chiunque esso si, deve avere la licenza di regolarità navigatore. Dal regolamente sembra evidente che SOLO IL NAVIGATORE MINORENNE OVER 14 deve essere in possesso della licenza di regolarità navigatore. tra l’altro: quanto costa la licenza ? 50,00 euro + tessera aci ? Quindi qasi come una gara visto che SOLITAMENTE IL NAVIGATORE NELLA REGOLARITA’ TURISTICA NON HA LICENZA Allo slalom di Guardistallo i regolaristi hanno corso tranquillamente con i navigatori SENZA LICENZA vedi regolamento… A questo punto cosa accadrà? la lasciamo passare liscia anche questa volta?   Mi piacerebbe sentire le vostre idee e se vi sentiti tutelati da chi paghiamo cone le nostre licenze/tessere e quote di iscrizione… Cordialmente Claudio Sachespi Garestoriche.com

Sole e Pioggia per la 21^ Coppa Pedavena

Dopo una domenica di relax raccolgo le idee per documentare la mia prima esperienza del 2018 per quanto riguarda la regolarità Turistica ed i suoi nuovi regolamenti… Avevo seguito da vicino , come spettatore, alcune gare e stavolta ci ho finalmente partecipato…   Cosa dire? Be una valutazione sui regolamenti mi sembra doverosa ed è la seguente: le gare sono più avvincenti, le prove concatenate e ripetute danno un sapore di sfida maggiore e per chi ha qualche gara alle spalle non può mancare un pizzico di adrenalina in più, cosa che alcune lunghe e noiose prove apri-chiudi non stavano più dando.   Per quanto riguarda i trasferimenti invece direi che al Pedavena si sono rivelati lunghi, noiosetti e ripetitivi ed aggiungerei che 60 km di gara si potevano risparmiare… Chiaro è che se si vuole arrivare in Valstagna da Pedavena  è difficile non macinare chilometri, altresì si potevano interporre altre prove cronometrate cosa che però, come ben sappiamo, avrebbe inciso su costi e logistica e qui non ci mettiamo bocca perchè organizzare una gara non è cosa da poco…   Per il resto il fascino del Pedavena resta di buon livello, organizzazione presente e cordiale con la cena in birreria sempre ben gradita. Onore e merito quindi a chi è stato bravo e attento ed ha vinto questa edizione della 21^ coppa Pedavena. 1° Reg. Classica  POZZAN – POLETTI su Porsche 356sc 1° Reg. Turistica Storiche: ZAGO – BURANELLO su Lancia Fulvia HF 1° Reg. Turistica Moderne: TURCHET-COAN su Lancia Delta 16V Evoluzione Link alle classifiche QUI’   Ristoro e Cena Il sontuoso piatto di pasta (Piccantino) e strudel del ristoro mi son sembrati l’ideale per staccare qualche minuto. La cena in birreria quest’anno non aveva i bigoli ma una buona birra e un sontuoso piatto tipico son sembrati comunque abbondanti e graditi da tutti.   Considerazioni finali Come detto sopra ritengo i trasferimenti fatti al Pedavena lunghi e nel finale stancanti, un percorso più concentrato e unito alla formula di prove solari + concatenate forse avrebbe reso più alla gara. Una gara comunque storica ed affascinante che può solo riconquistare qualche punto nel 2019,  con la speranza che arrivi qualche aiuto dai regolamenti.   Ringraziamenti Senza nessuno le gare non ci sarebbero quindi un grazie a tutti … organizzatori, commissari, cronometristi e piloti… Dimenticavo il pubblico e i vari cineoperaori che anche nella vallata di Rendole hanno dato dimostrazione che la passione non ha limiti.   Ricordiamo che la 21^ Coppa Pedavena fa parte del trofeo 3 Regioni Diregolarità Turistica 2018

Si conclude uno spettacolare Colli e Terme…

All’equipaggio Minussi – Rizzo la terza edizione della gara di regolarità turistica “Colli & Terme”. Fra le moderne si impongono Susto – Serafini. Una splendida giornata di sole e l’incanto dei Colli Euganei hanno accompagnato al traguardo le oltre 80 vetture iscritte alla Gara di Regolarità organizzata dal FAVA Club di Montegrotto Terme. Sul gradino più alto del podio, fra le auto storiche, è salito l’equipaggio Minussi – Rizzo su Autobianchi A112 Abarth del 1977, che ha staccato di sole 9 penalità l’equipaggio femminile Scarioni – Rigoni su Austin Mini HLE del 1982. Terzi Del Pin – Monachella su Alfa Romeo GT Junior del 1972. Per la categoria auto moderne, vittoria del duo Susto – Serafini su Renault Clio 1.8 16 V del 1995.   —> l’articolo continua dopo il banner pubblicitario <— Per la prima volta piloti e navigatori si sono misurati con le novità regolamentari introdotte da ACI Sport che ha voluto, per questo tipo di competizioni, settori cronometrati più corti e numerosi rispetto agli anni passati. Ogni equipaggio ha affrontato ben 31 prove cronometrate(la Colli e Terme dello scorso anno ne prevedeva 17), disseminate con sapienza dagli organizzatori lungo il percorso, che misurava circa 130 km. Le premiazioni sono state aperte da Nicola Borotto – Vice Presidente di ACI Padova – che ha elogiato tutti, equipaggi ed organizzatori, per la bella giornata che hanno saputo regalare al mondo dei motori ed allo sport in generale. Da elogiare la diligenza con cui i piloti hanno portato potenti auto sportive dal passato glorioso fra le strade a volte strette e tortuose del percorso. Per alcuni tratti la Colli e Terme ha incrociato una Gara Ciclistica. Automobilisti e ciclisti, nel rispetto reciproco, possono condividere i nastri d’asfalto che attraversano i nostri amatissimi Euganei.   FONTE UFFICIALE FAVA AUTOSTORICHE  

Aprile 2018- segui i risultati di questo week end su Garestoriche.Com

SEGUI I RISULTATI – CLASSIFICHE 1° WEEK END di APRILE Di seguito i link alle pagine ufficiali dei cronometristi con le rilevazioni e classifiche in tempo reale riferite alle gare del weekend 7/8 aprile 2018 LESSINIA SPORT TRISTE OPICINA HISTORIC RALLY STAR ROMAGNA COLLI E TERME FRANCIACORTA HISTORIC  

IL 25°SAN MARINO REVIVAL E’ SERVITO di Federica Ameglio

Il 4 e il 5 maggio non prendete altri impegni: il 25° San Marino Revival vi aspetta. Cambiano i regolamenti ma le aspettative dei concorrenti non cambiano mai, giunto alla sua edizione numero 25 il San Marino Revival si ammorbidisce, ma nemmeno più di tanto. Da pochi anni all’interno del Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche e la percezione che si ha è quella che il vincitore del Revival è colui che punta realmente a diventare campione italiano. Una gara senza mezze misure, i nuovi regolamenti vietano di poter svolgere le ricognizioni del percorso, questa limitazione impone che i tempi di trasferimento si allunghino, la sicurezza rimane sempre la priorità di ogni organizzatore. Ma quando arrivi in prossimità delle prove sale l’adrenalina e tutto il resto non conta più, sensazione di guida, esaltazione delle qualità dell’equipaggio e il suo affiatamento, vettura performante, sono ingredienti fondamentali per partecipare a un evento come questo di San Marino. Inutile negare che il percorso degli ultimi anni è anche quello più apprezzato dai concorrenti, la cadenza dei tubi ben ritmati e spalmati nella giusta quantità di chilometri ha fatto si che questa edizione di poco si sposti da quella precedente. Le novità non possono mancare, enogastronomia e panorami mozzafiato pure, perciò siate pronti a tutto.170 chilometri con oltre 70 rilevamenti, TDT fatta sulla strada alla portata di qualsiasi vettura, un sali e scendi sulle più belle strade del Rally di San Marino. La manifestazione….. (dopo il banner il link per leggere l’articolo intero) CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO—–>>>

8° STRADE SCALIGERE: Un’ottima annata… di Federica Ameglio

E’ stata un’ottava edizione da record quella del Trofeo Strade Scaligere 2018, la gara di Campionato italiano di regolarità classica per auto storiche Acisport svoltasi domenica 11 marzo a Verona. Più bagnata di così non si poteva, certo, ma era anche divertente salire e scendere per le strade del veronese ricche di curve e tornanti, quasi con accenni da rally. Ma la seconda prova del prova valida per il Campionato italiano di regolarità classica auto storiche AciSport ha fatto segnare anche un nuovo record: quello del numero concorrenti, arrivati da tutta Italia in 128. Così tanti, infatti, si sono presentati domenica mattina sotto una pioggia battente dall’ex Arsenale austriaco, alla spalle di Castelvecchio, per prendere il via di questo Memorial Bruno Zorzi, organizzato come sempre con tanta passione dall’Hcc Verona, che dopo il successo di questa gara e dell’altrettanto prestigiosa Lago e Colline, questa fatica partono ora con l’organizzazione del prossimo  Gran Premio Città di Verona, Memorial Massimo Spaggiari del 29 aprile. E in un clima decisamente autunnale, top driver e….. (sotto il banner il link per leggere tutto l’articolo)   CONTINUA a LEGGERE—–>>>

CRONACA DELLA WINTERACE: L’ORO E’ DI SISTI di Federica Ameglio

A sorpresa ritorna alla vittoria Sergio Sisti alla 6° WinteRace, prima prova del “Trofeo Superclassiche Cup 2018” indetto da ACI Sport. Con una Lancia Aprilia del 1937, in coppia con Anna Gualandi, il pilota del Classicteam si è aggiudicato il primo posto assoluto e l’esclusivo lingotto d’oro di 100 grammi messo in palio da Altesfere per questa splendida manifestazione che ha ravvivato con le sue auto storiche i bianchi panorami invernali di Cortina d’Ampezzo e delle Dolomiti. Sisti, che è ritornato sul podio più alto dopo un periodo di lontananza, ha battuto sul tempo Luca Patron con Massimo Casale sulla splendida Bentley 3 litre del 1925 e Antonino Margiotta e Valentina Lachiana su Volvo Amazon P 120 del 1958, che fino alla fine hanno combattuto per il podio. Passaggi impervi, piste come toboga fra pareti di neve, lo scenario delle Dolomiti ed il glamour di Cortina d’Ampezzo hanno accompagnato i due giorni di questa garadi oltre 400 km conclusasi il 4 marzo che si avvia, toccato il traguardo della sesta edizione, a diventare una delle leggende sportive dell’automobilismo storico. Dicono che la moda parli oramai inglese, ma nello stile…. CONTINUA

4a Coppa Attilio Bettega – VITTORIA per Molgora-Ghidini

Una Triumph TR 2 del 1954 sale sul podio della quarta Coppa Attilio Bettega, gara di regolarità classica organizzata da Rally Club 70 presieduto da Ivo Strappazzon. È quella di Alessandro Molgora, per l’occasione navigato da Ruggero Ghidini, che ha preceduto sul traguardo Giordano Mozzi e Stefania Biacca su Fulvia HF, reduci dal Montecarlo storico. Una vittoria inaspettata, quella del bresciano, poichè il percorso, in parte innevato, non favoriva certo le caratteristiche della vettura inglese, a trazione posteriore, più adatta a gare su strade asciutte e meno aspre. Molgora però lo ha affrontato a cuore aperto, senza farsi troppi problemi e vincendo anche il freddo considerato che l’hard top della sua macchina non è certo il massimo nel periodo invernale. “Forgiato” dalla Winter Marathon dove quest’anno s’è piazzato al 21° posto, ha corso con intelligenza e regolarità. continua–>