Register Form

Please fill up the form below:

Il portale interamente dedicato alla Regolarità…

LE PROSSIME GARE

15 MEMORIAL MARIANO DAL GRANDE

REGOLARITA' TURISTICA

18-11-2018

18-11-2018


TRE PROVINCE RALLY D'AUTUNNO 2018

ASI CRONO LIBERI

18-11-2018

18-11-2018


9 TUSCAN REWIND 2018

REGOLARITA' SPORT

24-11-2018

25-11-2018


8 Rievocazione storica COPPA DELLA PRESOLANA

ASI CLASSICA

02-12-2018

02-12-2018


CALENDARIO GARE

Calendario2017

Pubblica Gratis una GARA

index
  • Tutto
  • IN PRIMO PIANO
  • LE GARE

86 gli iscritti alla 6^ Coppa Città di Solesino – di Andrea Zanovello

86 gli iscritti alla 6^ Coppa Città di Solesino   Sono 63 con le vetture storiche e 23 con le moderne gli equipaggi che domenica 28 ottobre si sfideranno nella regolarità organizzata dalla Scuderia Ruote Storiche Solesino   Solesino (PD), 27 ottobre 2018  – Sono stati sveltati gli elenchi iscritti alla sesta edizione della Coppa Città di Solesino, gara di regolarità per auto storiche e moderne che si svolgerà nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 ottobre con partenza ed arrivo a Granze (PD). Il numero degli iscritti cresce di qualche unità rispetto al 2017 e gli elenchi propongono dei partecipanti di tutto rispetto, rendendo alquanto difficile azzardare un pronostico per entrambe le gare; con le auto storiche ci sono i vincitori delle ultime tre edizioni e in totale una decina di driver delle categorie A e B. Si propone quindi un sfida tra i vincitori 2017 Andrea Giacoppo e Daniela Grillone Tecioiu al via sua Autobianchi A112 Abarth, quello dell’edizione 2016 Giacomo Turri che sarà navigato da Elisa Moscato sulla Fiat 128, oltre a Luigi Ferratello che vinse nel 2015 e domenica sarà navigato da Lorenzo Franzoso sulla Fiat 128 Sport. Se la dovranno però vedere con altri pretendenti al successo, quali Leonardo e Leo Fabbri su Volvo 144S, Dario Converso e Federica Ameglio su A112 Abarth, Angelo Seneci con Elisabetta Russo su Innocenti Mini Cooper; tra i driver “A” anche Alberto Camossi e Valeria Facchinetti su Porsche 911, Massimiliano Buccini e Monica Guerrini su Volkswagen Golf Gti e Wilmer Boscolo con Rita Molon anch’essi su A112. Da tenere d’occhio anche Del Pin e Margiotta su Alfa Romeo GT Junior e De Marin – Ruzzier su Lancia Fulvia. Particolare sarà l’equipaggio numero 78 che vedrà assieme la ex navigatrice triestina Michela Cressi navigata da Sonia Cipriani: al duo rosa verrà affidata una Innocenti Mini 650 messa a disposizione proprio dalla Scuderia organizzatrice che ha selezionato secondo diversi criteri, questo particolare equipaggio. Oltre al duo Cressi – Cipriani, in gara altri due equipaggi rosa: Monica Cadan e Michela Menesello su Fiat Uno e Michela e Marica Corazzari su Fiat Cinquecento. Anche tra gli iscritti con le vetture moderne ci sarà  l’equipaggio vincitore 2017, quello formato da Corrado Minussi e Paolo Perego con la BMW 330 cabrio, ma sulla strada per tentare il bis troverà diversi pretendenti quali Diego Verza e Boris Santin su Volkswagen Polo, Paolo Galdiolo ed Ermes Cattelan su Fiat Grande Punto Abarth, Enrico Susto e Marco Serafini su Renault Clio 1.8S, Fabio Barison e Adriano Paggiarin con la Peugeot 205 Gti. Il programma della manifestazione organizzata dalla Scuderia Ruote Storiche Solesino, prevede le verifiche presso il Bar da Sissai a Granze, dalle 15 alle 19, operazione che sarà possibile solo su prenotazione anche dalle 7 alle 8 di domenica 28. Dopo il briefing col Direttore di Gara, la prima vettura prenderà il via alle 9.01 per affrontare il percorso che si snoderà per 187 chilometri  tra le province di Padova, Rovigo e Venezia, lungo il quale saranno ben trentacinque le prove cronometrate da affrontare. Arrivo a Villa Ca’ Conti di Granze a partire dalle 14.30 col tradizionale buffet ad accogliere i concorrenti in attesa dell’ufficializzazione delle classifiche e della cerimonia delle premiazioni. Andrea Zanovello ELECO ISCRITTI CLASSIFICHE MODERNE – STORICHE

135 ISCRITTI AL VALLI BIELLESI!!! TURISTICA A RISCHIO O NO?

VALLI BIELLESI – REGOLE DIVERSE – PARTECIPAZIONE DIVERSA E’ con gioia per gli appassionati ecco che alla gara organizzata da Veglio 4×4 e BMT Eventi si presentano oltre 100 equipaggi. Il dato degno di nota è quello che riguarda la regolarità turistica che vede al via ben 82 equipaggi. A questo punto viene logico pensare se, oltre alla perfetta organizzazione e gestione degli organizzatori, un elemento trainante sia stato il regolamento applicato, regolamento che incentiva maggiormente la partecipazione di piloti. Ricordiamo che le “Spettacolari” norme introdotte nel 2018 per la regolarità turistica, non sono applicabili nelle gare abbinate agli eventi di campionato italiano. Questa considerazione, che ribadisco, non vuole assolutamente togliere il merito agli organizzatori, mi viene spontanea dopo alcune analisi sulla partecipazione calata mediamente di oltre 20 punti percentuali nelle gare di regolarità turistiche nazionali e principalmente in veneto dove queste gare contavano e contano un nutrito numero di edizioni. A fronte di alcune inevitabili delusioni, non sono convinto che alcuni organizzatori si adopereranno per proporre la loro edizione nel 2019, ovviamente si tratta di una mia considerazione personale che spero non si avveri  ma il sentore è che Aci Sport non faccia significativi passi indietro. Vi riportiamo di seguito i grafici con i dati delle iscrizioni alle gare di regolarità turistica nelle gare venete svolte nel 2018 e relativo confronto con il 2017. Grafico Generale: Sezione relativa alle auto storiche:   Sezione relativa alle auto moderne: Dai grafici è evidente la caduta libera delle iscrizioni soprattutto nella classe “moderne“, proprio la classe che ha sempre introdotto nuovi e giovani appassionati nella regolarità.    

Belle auto d’epoca al Giro dei Castelli di San Marino di Renzo Raimondi

Fervono gli ultimi preparativi per il 13° Giro dei Castelli di San Marino evento internazionale a calendario Fiva (Federazione Internazionale Veicoli Storici), riservato ad auto e moto storiche. La kermesse motoristica organizzata dall’Automobile Club San Marino che gode del patrocinio della Segreteria di Stato allo Sport e della Giunta di Castello di Borgo Maggiore si svolgerà sabato 1 settembre 2018. Quest’anno sarà Piazza Grande ad ospitare la partenza delle auto d’epoca. …gli addetti ai lavori saranno presenti dalla mattinata per accogliere i partecipanti i quali potranno approfittare della pausa pranzo per mangiare in piazza oppure prendere la funivia che in pochi minuti li porterà nel cuore del Centro Storico sammarinese. Nel pomeriggio CONTINUA A LEGGERE

SLALOM REGOLARITA’ TURISTICA…GRAZIE ACI-SPORT

Mi ero promesso di estraniarmi un po dalle polemiche, di lasciar “correre” tante chiacchiere e di pensare al futuro di Garestoriche.Com. Con tale premessa ho osservato questo mezzo 2018, iniziato con il fallimento del campionato organizzato e poi misteriosamente troncato da RIVS unito alle polemiche dei nuovi regolamenti. A metà di questo ciclo vedo però funestata la mia pazienza e quindi cari amici e lettori vi invito a riflette… Alcuni lumi e spunti gli ho tratti dai miei occhi altri dalle numerose mail e post che completano il pre e post gara su Garestoriche.Com. Dai post nasce già la notizia che 3 eventi di regolarità turistica in veneto abbiano aggirato le nuove regole con deroghe, deroghe giuste o sbagliate che siano si tratta comunque di uno schiaffo a chi le deroghe non le ha avute o anche solo non volute per adeguarsi scrupolosamente ai cambiamenti Passiamo ora alla regolarità turistica slalom di cui si prende atto dal sito web Aci Sport che ora il navigatore, chiunque esso si, deve avere la licenza di regolarità navigatore. Dal regolamente sembra evidente che SOLO IL NAVIGATORE MINORENNE OVER 14 deve essere in possesso della licenza di regolarità navigatore. tra l’altro: quanto costa la licenza ? 50,00 euro + tessera aci ? Quindi qasi come una gara visto che SOLITAMENTE IL NAVIGATORE NELLA REGOLARITA’ TURISTICA NON HA LICENZA Allo slalom di Guardistallo i regolaristi hanno corso tranquillamente con i navigatori SENZA LICENZA vedi regolamento… A questo punto cosa accadrà? la lasciamo passare liscia anche questa volta?   Mi piacerebbe sentire le vostre idee e se vi sentiti tutelati da chi paghiamo cone le nostre licenze/tessere e quote di iscrizione… Cordialmente Claudio Sachespi Garestoriche.com

Sole e Pioggia per la 21^ Coppa Pedavena

Dopo una domenica di relax raccolgo le idee per documentare la mia prima esperienza del 2018 per quanto riguarda la regolarità Turistica ed i suoi nuovi regolamenti… Avevo seguito da vicino , come spettatore, alcune gare e stavolta ci ho finalmente partecipato…   Cosa dire? Be una valutazione sui regolamenti mi sembra doverosa ed è la seguente: le gare sono più avvincenti, le prove concatenate e ripetute danno un sapore di sfida maggiore e per chi ha qualche gara alle spalle non può mancare un pizzico di adrenalina in più, cosa che alcune lunghe e noiose prove apri-chiudi non stavano più dando.   Per quanto riguarda i trasferimenti invece direi che al Pedavena si sono rivelati lunghi, noiosetti e ripetitivi ed aggiungerei che 60 km di gara si potevano risparmiare… Chiaro è che se si vuole arrivare in Valstagna da Pedavena  è difficile non macinare chilometri, altresì si potevano interporre altre prove cronometrate cosa che però, come ben sappiamo, avrebbe inciso su costi e logistica e qui non ci mettiamo bocca perchè organizzare una gara non è cosa da poco…   Per il resto il fascino del Pedavena resta di buon livello, organizzazione presente e cordiale con la cena in birreria sempre ben gradita. Onore e merito quindi a chi è stato bravo e attento ed ha vinto questa edizione della 21^ coppa Pedavena. 1° Reg. Classica  POZZAN – POLETTI su Porsche 356sc 1° Reg. Turistica Storiche: ZAGO – BURANELLO su Lancia Fulvia HF 1° Reg. Turistica Moderne: TURCHET-COAN su Lancia Delta 16V Evoluzione Link alle classifiche QUI’   Ristoro e Cena Il sontuoso piatto di pasta (Piccantino) e strudel del ristoro mi son sembrati l’ideale per staccare qualche minuto. La cena in birreria quest’anno non aveva i bigoli ma una buona birra e un sontuoso piatto tipico son sembrati comunque abbondanti e graditi da tutti.   Considerazioni finali Come detto sopra ritengo i trasferimenti fatti al Pedavena lunghi e nel finale stancanti, un percorso più concentrato e unito alla formula di prove solari + concatenate forse avrebbe reso più alla gara. Una gara comunque storica ed affascinante che può solo riconquistare qualche punto nel 2019,  con la speranza che arrivi qualche aiuto dai regolamenti.   Ringraziamenti Senza nessuno le gare non ci sarebbero quindi un grazie a tutti … organizzatori, commissari, cronometristi e piloti… Dimenticavo il pubblico e i vari cineoperaori che anche nella vallata di Rendole hanno dato dimostrazione che la passione non ha limiti.   Ricordiamo che la 21^ Coppa Pedavena fa parte del trofeo 3 Regioni Diregolarità Turistica 2018

Si conclude uno spettacolare Colli e Terme…

All’equipaggio Minussi – Rizzo la terza edizione della gara di regolarità turistica “Colli & Terme”. Fra le moderne si impongono Susto – Serafini. Una splendida giornata di sole e l’incanto dei Colli Euganei hanno accompagnato al traguardo le oltre 80 vetture iscritte alla Gara di Regolarità organizzata dal FAVA Club di Montegrotto Terme. Sul gradino più alto del podio, fra le auto storiche, è salito l’equipaggio Minussi – Rizzo su Autobianchi A112 Abarth del 1977, che ha staccato di sole 9 penalità l’equipaggio femminile Scarioni – Rigoni su Austin Mini HLE del 1982. Terzi Del Pin – Monachella su Alfa Romeo GT Junior del 1972. Per la categoria auto moderne, vittoria del duo Susto – Serafini su Renault Clio 1.8 16 V del 1995.   —> l’articolo continua dopo il banner pubblicitario <— Per la prima volta piloti e navigatori si sono misurati con le novità regolamentari introdotte da ACI Sport che ha voluto, per questo tipo di competizioni, settori cronometrati più corti e numerosi rispetto agli anni passati. Ogni equipaggio ha affrontato ben 31 prove cronometrate(la Colli e Terme dello scorso anno ne prevedeva 17), disseminate con sapienza dagli organizzatori lungo il percorso, che misurava circa 130 km. Le premiazioni sono state aperte da Nicola Borotto – Vice Presidente di ACI Padova – che ha elogiato tutti, equipaggi ed organizzatori, per la bella giornata che hanno saputo regalare al mondo dei motori ed allo sport in generale. Da elogiare la diligenza con cui i piloti hanno portato potenti auto sportive dal passato glorioso fra le strade a volte strette e tortuose del percorso. Per alcuni tratti la Colli e Terme ha incrociato una Gara Ciclistica. Automobilisti e ciclisti, nel rispetto reciproco, possono condividere i nastri d’asfalto che attraversano i nostri amatissimi Euganei.   FONTE UFFICIALE FAVA AUTOSTORICHE  

Aprile 2018- segui i risultati di questo week end su Garestoriche.Com

SEGUI I RISULTATI – CLASSIFICHE 1° WEEK END di APRILE Di seguito i link alle pagine ufficiali dei cronometristi con le rilevazioni e classifiche in tempo reale riferite alle gare del weekend 7/8 aprile 2018 LESSINIA SPORT TRISTE OPICINA HISTORIC RALLY STAR ROMAGNA COLLI E TERME FRANCIACORTA HISTORIC  

IL 25°SAN MARINO REVIVAL E’ SERVITO di Federica Ameglio

Il 4 e il 5 maggio non prendete altri impegni: il 25° San Marino Revival vi aspetta. Cambiano i regolamenti ma le aspettative dei concorrenti non cambiano mai, giunto alla sua edizione numero 25 il San Marino Revival si ammorbidisce, ma nemmeno più di tanto. Da pochi anni all’interno del Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche e la percezione che si ha è quella che il vincitore del Revival è colui che punta realmente a diventare campione italiano. Una gara senza mezze misure, i nuovi regolamenti vietano di poter svolgere le ricognizioni del percorso, questa limitazione impone che i tempi di trasferimento si allunghino, la sicurezza rimane sempre la priorità di ogni organizzatore. Ma quando arrivi in prossimità delle prove sale l’adrenalina e tutto il resto non conta più, sensazione di guida, esaltazione delle qualità dell’equipaggio e il suo affiatamento, vettura performante, sono ingredienti fondamentali per partecipare a un evento come questo di San Marino. Inutile negare che il percorso degli ultimi anni è anche quello più apprezzato dai concorrenti, la cadenza dei tubi ben ritmati e spalmati nella giusta quantità di chilometri ha fatto si che questa edizione di poco si sposti da quella precedente. Le novità non possono mancare, enogastronomia e panorami mozzafiato pure, perciò siate pronti a tutto.170 chilometri con oltre 70 rilevamenti, TDT fatta sulla strada alla portata di qualsiasi vettura, un sali e scendi sulle più belle strade del Rally di San Marino. La manifestazione….. (dopo il banner il link per leggere l’articolo intero) CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO—–>>>

PAGINA FACEBOOK

face sito